Piramide scoperta in Indonesia potrebbe essere la più antica del mondo

Sparso su una vasta collina a ovest di Java, in Indonesia, è uno dei più grandi siti archeologici megalitici nel sud-est asiatico: Gunung Padang. Sebbene il sito sia stato scoperto per la prima volta dagli esploratori olandesi nel 1914, un esame archeologico completo del sito è iniziato solo più recentemente.

Ora, i ricercatori indonesiani che scavano nel sito hanno fatto una dichiarazione straordinaria. Hanno riportato alla luce la prova che il sito rappresenta i resti di una struttura a forma di piramide che potrebbe avere dai 9.500 a 28.000 anni. Se confermato, ciò renderebbe Gunung Padang la più antica struttura piramidale mai trovata.


I risultati sono dettagliati in un nuovo documento, anche se devono ancora essere sottoposti ad una revisione paritaria.

Le strutture di Gunung Padang sono organizzate come una serie stratificata di antiche strutture che sono state costruite successivamente nel tempo.
La datazione al radiocarbonio porrebbe lo strato superiore, costituito da colonne di roccia, muri e percorsi, a “soli” circa 3.500 anni. Ma il fondamento della struttura è chiaramente antico, anche considerando che la gamma di date possibili per essa, come delineato nei risultati, è ampia.

“I nostri studi dimostrano che la struttura non copre solo la parte superiore, ma avvolge anche i pendii che coprono almeno un’area di circa 15 ettari”, scrivono gli autori in un documento. “Le strutture non sono solo superficiali ma radicate in profondità”.

Parte superiore della piramide

Quali dubbi ci sono sulla scoperta?

Gli archeologi non sono sicuri di come sia stata costruita questa antica struttura. La migliore ipotesi è che fosse un tempio religioso di qualche tipo, ma è solo una supposizione.

Naturalmente, il fatto che il documento non abia ancora avuto una revisione paritaria ha anche alimentato un discreto scetticismo sui risultati. In discussione ci sono nuove affermazioni sugli strati più antichi della struttura, che le precedenti ricerche avevano semplicemente etichettato come formazioni rocciose naturali. Queste strutture sono importanti anche per la rivendicazione “piramide”, in quanto costituiscono le fondamenta del sito.

Tuttavia il sito ricorda che le società preistoriche erano capaci di molto più di quanto probabilmente abbiamo dato loro credito. Dovrebbe essere un’avventura per vedere quali segreti potrebbero rivelare ulteriori ricerche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *